FAQ | Ocean Yachting S.r.l. - Frequently Asked Questions - OCY.IT

FAQ
Ocean Yachting - Frequently Asked Questions

Frequently Asked Questions

Cerca fra le risposte alle domande più frequenti che ci vengono fatte.

Rivolgersi ad una agenzia significa tutelare la propria vacanza. Sia in fase di pianificazione che di supporto durante la stessa. In fase di offerta: l’agenzia seria offre una consulenza che i portali di prenotazione non possono dare, consigliando la scelta dell’imbarcazione in relazione ai tanti feedback ricevuti in passato. Rivolgersi direttamente al singolo armatore non offre la scelta delle varie opportunità, rivolgersi ad un portale significa che l’offerta è creata automaticamente da un software che massimizza solo il maggior guadagno del portale stesso. Durante la vacanza: l’agenzia offre supporto in tutte quelle infinite situazioni che possono crearsi durante il charter. Avendo invece noleggiato l’unità direttamente con il proprietario della barca questa tutela non esiste, come non esiste neanche avendo utilizzato un portale, dovendosi rivolgere ad un call centre che tratterebbe il problema con grande distacco. Tenete conto che, anche se chiamate un numero italiano, il vostro interlocutore risponde dall’estero. Un grande portale risponde da una nazione nordafricana con personale che parla un ottimo italiano ma non necessariamente conoscitore del charter.
Le agenzie strutturate hanno un ufficio stabile (quindi un indirizzo), offrono consulenza prima e durante la vacanza, dimostrano di conoscere il mercato e le aree di navigazione. La legge in materia che regola il charter nautico afferma che i broker devono essere iscritti al ruolo di Mediatori Marittimi ed avere una assicurazione RC. Se un agenzia fornisce pacchetti turistici, questa deve avere la licenza per Agenzia di Viaggio e/o Tour Operator e, in questo caso, avere stipulato anche un Fondo di Garanzia. Tutte queste informazioni devono essere presenti sul sito e facilmente accessibili alla clientela. Il mondo del charter nautico è molto specifico ed è molto facile capire chi ha competenza o meno.
I contratti di noleggio e locazione, come pratiche singole, secondo la normativa vigente, possono essere intermediati solo da mediatori marittimi (broker ufficiali). È un titolo che la maggior parte delle agenzie non ha. Il ruolo, in questo caso, è di supervisione del contratto, che avviene tra armatore dell’imbarcazione e cliente. Caso diverso nel caso in cui venga creato un “pacchetto turistico”, contestualmente alla vendita del prodotto, aggiungendo dei servizi accessori (come voli, aerei, trasferimenti, ecc. però di una rilevanza superiore al 25% dell’importo del pacchetto stesso, Nuovo codice del turismo art 33 comma 2), in cui l’agenzia che ha creato il pacchetto è responsabile dei singoli servizi. Per potere creare pacchetti turistici l’agenzia deve avere le autorizzazioni necessaria di Agenzia di Viaggio e/o Tour Operator.
Nei contratti di noleggio (indicativamente delle barche superiori ai 18-20 metri e dei caicchi, dove l’equipaggio è parte integrante del contratto e pagato contestualmente al nolo della barca, il comandante rimane il responsabile della navigazione. Nei contratti di locazione, invece, il responsabile è sempre il conduttore, anche se viene fornito uno skipper. In verità fornire uno skipper in un contratto di locazione è una forzatura della definizione di locazione (significa a scafo nudo), ma ormai è pratica diffusa e lo skipper viene considerato un extra come gli altri (una canoa, pulizia, fuoribordo del tender, lenzuola ecc). Nel caso in una locazione non venga richiesto lo skipper, il cliente deve produrre, in mediterraneo la patente nautica abilitata alla conduzione della barca prescelta e (in Italia e Croazia) il certificato di Radiotelefonista limitato per navi. Fuori da Mediterraneo spesso la patente nautica non è richiesta, ma è necessario produrre un curriculum velico e una presa di responsabilità.
In tutti i contratti di locazione viene richiesto un deposito cauzionale, da parte del conduttore a copertura degli eventuali danni che potessero verificarsi durante il periodo di locazione. Le barche da charter hanno tutte obbligatoriamente un’assicurazione Kasko e il deposito cauzionale rappresenta la franchigia della Kasko. Alcune società (ma non tutte) permettono la riduzione o l’eliminazione del deposito cauzionale pagando una certa cifra forfettaria a fondo perduto (impropriamente chiamata assicurazione della cauzione). Nel noleggio normalmente non viene richiesto il deposito cauzionale, se non per contratti particolari, come l’utilizzo di uno yacht per feste o attività aziendali.
Nella locazione solitamente l’IVA è inclusa. Nel noleggio l’IVA è, nella maggior parte dei casi da aggiungere. Il regime IVA varia ovviamente in funzione dell’area (nazione) di navigazione e dall’itinerario.
Esiste la possibilità di assicurare la propria vacanza (annullamento e/o copertura spese mediche/bagaglio). Le Assicurazioni non sono normalmente incluse e bisogna richiederne un preventivo. Le assicurazioni annullamento devono essere stipulate contestualmente alla prenotazione, le medico/bagaglio fino al giorno prima della partenza.
Nel noleggio, quando un’imbarcazione viene indicata con un certo numero di cabine, si intendono cabine ospiti, nella locazione si intende il numero massimo di persone imbarcabili, compreso l’eventuale skipper, che occupa nella maggior parte dei casi una cabina e non dorme in dinette (soggiorno). Nella locazione il numero massimo di persone a bordo non può superare i 12.
Nella locazione, che normalmente in Mediterraneo rispetta la rotazione sabato-sabato, l’orario di imbarco è alle h16-18 del sabato con sbarco entro le h8-9 del sabato successivo, con rientro in porto entro le h17-18 del venerdì, per permettere al sub di ispezionare le chiglie, alla ricerca di eventuali danni. Nel noleggio la durata del charter non sempre rispetta la rotazione sabato-sabato e può essere h 17- h09 (evitando il rientro in porto il venerdì) come anche 12-12 (7 giorni pieni), a seconda delle politiche delle varie barche.
In fase di richiesta il cliente si può mettere in contatto con l’agenzia tramite i canali tradizionali (telefono, e- mail, modulo richiesta dal sito, visita presso gli uffici) cercando di essere il più specifico possibile, per evitare di perdere tempo con proposte non interessanti e potere garantire la celerità nelle risposte. Se il cliente, dopo aver ricevuto un’offerta, identifica la barca adatta alle sue esigenze e vuole procedere con la prenotazione, richiede opzione. Una volta avuta conferma dell’opzione si può procedere con la stipula dei contratti e l’eventuale acquisto della biglietteria aerea. Salvo condizioni particolari l’acconto (pari al 50% dell’importo totale) è dovuto alla prenotazione e il saldo a 35 giorni dalla partenza della vacanza. Talvolta l’acconto è più basso ma il saldo + 45 – 60 giorni prima della partenza. In assenza dei pagamenti la barca non viene prenotata e l’opzione decade (in fase di saldo la prenotazione viene cancellata con perdita degli acconti versati). La biglietteria aerea e le assicurazioni necessitano del 100% del pagamento alla conferma.
Qualunque noleggio/locazione è regolato da un contratto. Anche nel caso di pacchetto turistico il cliente deve firmare un contratto con l’armatore che regola i rapporti a bordo. Intermediazione di servizio singolo, pacchetto turistico, servizi accessori, servizi turistici collegati Dlgs n.62 del 21/05/2018 Nuovo Codice del Turismo. Il servizio singolo (classico noleggio e locazione della barca) viene gestito da Ocean Yachting come intermediazione (broker), in cui i rapporti contrattuali sono tra il cliente e l’armatore. Il documento principale è il contratto di noleggio o locazione. Il pacchetto turistico (per esempio barca + volo o posto in cabina + volo) viene gestito da Ocean Yachting come Tour operator o Agenzia di viaggi. I documenti principali sono le Condizioni Generali di compravendita di pacchetti turistici, la scheda tecnica della crociera, il contratto di noleggio/locazione. I Servizi Turistici Integrativi sono quei servizi, quali trasferimenti, assicurazioni, ecc. che non sono parte sostanziale del viaggio (inferiori al 25% dell’importo della pratica e quindi vengono gestiti come servizi singoli. I Servizi Turistici collegati sono invece quei servizi, anche sostanziali, che però non formano un pacchetto turistico perché aggiunti in un secondo momento, rispetto al contratto principale (per esempio se il volo aereo viene aggiunto oltre le 24 ore dalla stipula del contratto principale. Nella sezione documenti utili sono presenti tutti i documenti informativi